Categoria di navigazione

Post

Post

L’Italia come Asterix

C’è un passaggio della relazione di Gualtieri in Commissione meritevole di approfondimento. Ed è un passaggio realmente traumatico, in un senso o nell’altro, per le implicazioni ad esso sottese. Ci riferiamo al momento in cui il Ministro paragona l’atteggiamento…

Post

Sadomesochismo

Viviamo in un mondo talmente complesso e iper-specialistico da aver perso il lume della ragione. “Ragione” intesa come capacità di mettere insieme il pranzo della logica con la cena del buon senso. Imbottiti come siamo di cifre, virgole, percentuali…

Post

The fiscal horror picture show

In un film horror di successo degli anni 90 (“The Blair Witch Project”), a un certo punto i protagonisti, ragazzini entusiasti e ingenui come in tutti gli horror che si rispettino, nel tentativo di evadere dal territorio silvestre e…

Post

Nostra maxima culpa

Dobbiamo stare molto attenti al meccanismo insidioso dei “peccati collettivi” perché genera un senso di colpa individuale e ci manipola. Il peccato collettivo ci riguarda tutti, benché non sappiamo né come, né dove, né quando lo avremmo commesso. Ma…

Post

Il veto anziano sul voto anziano

Si parla tantissimo di fake news non tanto perché le balle siano aumentate di numero, quanto perché è diventato sempre più difficile distinguere una fake (falsa) da una news (vera). Nel senso che le news fanno a gara per…

Post

Bianco, rosso e verdone

L’Italia di Mancini ha giocato la sfida con la Grecia con una brutta maglia verdastra. La notizia, in sé, potrebbe anche essere trascurata. In fondo, tutte le squadre di calcio, nazionali comprese, hanno divise di riserva, spesso con colori…

Post

Il Porcellum IV

All’inizio fu il Porcellum I e cioè la legge elettorale 270 del 2005: la madre di tutte le leggi porcata, diciamo. E lo diciamo senza offesa per chi l’ha pensata, scritta e approvata, beninteso. Una porcata è una porcata:…

Post

Il doppio senso del ridicolo

Vi siete mai interrogati su quale sia stato il punto più basso toccato dalla Repubblica italiana nei suoi settanta e passa anni di storia? Avete a disposizione diversi “registri” per decidere: quello tragico, quello drammatico, quello economico, quello politico.…